Dettaglio Attività Formativa Dettaglio Attività Formativa

  • Legenda
  • Formazione:
  • res "RES":  Residenziale
  • fsc "FSC":  Formazione Sul Campo
  • fad "FAD":  Formazione a Distanza
  • Edizione:
  • annullata
  • sospesa
  • già svolta
  • in corso di svolgimento
  • in programma
RES Web Symposium: Recenti progressi nelle glomerulopatie secondarie. Aspetti diagnostici e terapeutici  (ASS2_S0408)
Crediti assegnati:  Durata: 3.5  ore
Tipo attività formativa: Formazione Residenziale
Tipologia: Corso di aggiornamento
Organizzato da:
Azienda per i Servizi Sanitari n. 2 - Isontina (Gorizia)
L'attività formativa residenziale è aperta anche a personale non dipendente o convenzionato dell'ente/enti fornitore/i
+ elenco edizioni -  Nascondi elenco edizioni
>> professioni partecipanti
Quote di iscrizione:  partecipazione gratuita

Segreteria organizzativa
Referente: Giuliano Boscutti
Telefono: 0481592091   Fax:
E-mail: giuliano.boscutti@ass2.sanita.fvg.it

Informazioni sull'attività formativa
Responsabili Scientifici: BOSCUTTI GIULIANO
Breve descrizione dell'attività formativa residenziale nel suo complesso
Il corso è effettuato in collaborazione con la Società Italiana di Nefrologia, i docenti del corso saranno presenti in video-conferenza:nella sala consiglio del Presidio Ospedaliero di Gorizia verrà allestita una postazione con pc, videoproiettore e collegamento internet.I discenti saranno presenti in aula. Questo simposio ha lo scopo di aggiornare i nefrologi su tre forme di nefropatie: quella gravidica, l'amiloidosi renale ed il diabete. Nel corso del simposio saranno sviluppati particolarmente gli aspetti diagnostici e terapeutici delle tre nefropatie. Inoltre ogni intervento sarà preceduto dalla descrizione di un caso clinico relativo alla nefropatia che sarà trattata. Quindi partendo dall'esperienza clinica ogni relatore approfondirà gli aspetti diagnostici e terapeutici. Ciò permetterà una maggior partecipazione dell'audience che è distribuita su diverse sedi del territorio nazionale. Nel corso degli ultimi anni queste forme di nefropatie hanno presentato un notevole aggiornamento nel campo clinico e terapeutico permettendo il recupero della funzione renale nella nefropatia gravidica; l'uso di nuovi farmaci nell'amiloidosi renale; la prevenzione primaria e secondaria della nefropatia diabetica con l'uso quotidiano degli ACE inibitori e dei sartanici.

Breve descrizione delle relazioni più significative
Nefropatia gravidica. Etiopatogenesi, Fisiopatologia e Manifestazioni Cliniche Prof. Loreto Gesualdo La gestosi o preeclampsia è una patologia della gravidanza caratterizzata dallo sviluppo di ipertensione arteriosa, edemi declivi e proteinuria tra la 20a settimana di gestazione e la fine della prima settimana post-partum.Questa patologia può evolvere nell'Eclampsia,una condizione molto grave e rischiosa per la vita della madre e del feto,caratterizzata dall'insorgenza di crisi epilettiche o coma senza altre eziologie.L'eziologia della preeclampsia e dell'eclampsia è sconosciuta.La preeclampsia si sviluppa nel 5% delle donne gravide, generalmente nelle primigravide, e nelle donne con ipertensione o affezioni vascolari preesistenti.Ad oggi si ritiene che la preeclampsia,pur manifestandosi clinicamente nel terzo trimestre di gravidanza,da un punto di vista patogenetico possa essere considerata una patologia dell'impianto.In particolare,si ritiene che l'alterata placentazione tipica della preeclampsia sia dovuta ad un mancato rimodellamento delle arterie spiraliformi. Recenti studi evidenziano il ruolo del soluble fms-like tyrosine kinase 1 (sFlt1), c), un recettore solubile costituito dal solo dominio extracellulare del Flt-1 in grado di catturare il VEGF ed impedirne il legame al recettore di membrana. Le alterazioni endoteliali che si osservano in corso di pre-eclampsia sono caratterizzate dall'ostruzione dei lumi capillari a causa del rigonfiamento del citoplasma delle cellule endoteliali (baloon endoteliali). Questo tipo di lesioni si osservano in tutti i distretti colpiti dalla patologia (arterie spirali in corso di preeclampsia, microcircolo cerebrale in corso di eclampsia) e caratterizzano il quadro istopatologico della nefropatia gravidica, in quanto si ritrovano a livello dei capillari glomerulari.Nel management clinico terapeutico delle gravide a rischio di sviluppare preeclampsia è opportuno adottare delle norme generali in funzione profilattica, quali ripetuti controlli del peso e della pressione arteriosa e ripetuti esami delle urine nel corso del terzo trimestre.In caso di gestosi sintomatica si consigliano: riposo prolungato a letto in decubito laterale;dieta iposodica ipercalorica, iperproteica, normoglicidica e fortemente ipolipidica;terapia antipertensiva,preferibilmente con alfa-metildopa.Riguardo all'induzione del parto,se il feto cresce bene è opportuno prolungare la gravidanza fino alla 36a settimana,con espletamento di parto naturale; nel caso vi sia grave sofferenza fetale o materna,è utile il parto cesareo,anche prima della 36a settimana. La nefropatia diabetica - dott. Bertani L'interessamento renale in corso di diabete mellito è di frequente riscontro.L'andamento clinico e l'evoluzione delle lesioni renali nel diabete di tipo 1 sono stati ben definiti da una serie di studi iniziati dalla fine degli anni 70.Per contro,il danno renale nel diabete di tipo 2 nonostante costituisca uno dei più importanti problemi clinici del Nefrologo di oggi, rimane ancora non del tutto ben inquadrato.Infatti, l'esame delle biopsie renali di tali pazienti ha documentato la presenza di differenti "patterns" istologici che comprendono:1)La glomerulosclerosi diabetica.2) Danni renali cronici di tipo aspecifico probabilmente di tipo vascolare con minime lesioni diabetiche.3) Glomerulopatie sovrapposte ad una glomerulosclerosi diabetica.4) Glomerulopatie non associate ad una glomerulosclerosi diabetica.Nonostante il buon numero di studi pubblicati negli ultimi due decenni, la prevalenza dei diversi "patterns" istologici ed il loro andamento clinico restano ancora de definire; ciò è probabilmente dovuto allo scarso numero di pazienti selezionati nei singoli lavori.Alcuni recenti studi italiani condotti su di un largo numero di casi con diabete mellito di tipo 2 e nefropatia clinica hanno dimostrato che circa in circa il 40% di tali pazienti le lesioni renali non sono quelle di una glomerulosclerosi diabetica.
Lingua: Italiano

Professioni partecipanti
Medico chirurgo - Area interdisciplinare
Medico chirurgo - Nefrologia

Docenti torna su
BERGESIO FRANCO,  BERTANI TULLIO,  BOSCUTTI GIULIANO,  GESUALDO LORETO
Obiettivo Formativo
Formazione finalizzata all'utilizzo ed all'implementazione delle linee guida e dei percorsi diagnostico-terapeutici.
Appartenente agli Obiettivi Nazionali
Materiale didattico
Indicazioni bibliografiche
Materiale selezionato per l'approfondimento
Verifica dell'apprendimento
Questionario